CARTOLINE DA CATANIA

CATANIA, PIAZZA STESICORO
collage su cartoline da viaggio, cm 10×15, Catania, 1997

TRAM VERDI TAXI GIALLI AUTOBUS ARANCIONI
Luoghi di transito in cui viaggiano automobili e persone.
Migliaia d’identità perdute in luoghi che attraversano il tempo, gli animi e i corpi.
Corpi presenti, attrezzati, mimetizzati.
Il luogo richiede la presenza di tutti.
Tutti e tanti.
Tante identità, ognuno in un luogo.
Tutte, nello stesso luogo.
Nella transizione le persone perdono la loro identità.
Ne acquistano una temporanea, influenzata dal luogo, dal tempo, dagli altri.
Superato il crocevia la lasceranno e riacquisteranno la loro.
Si ripete sempre la situazione spazio-tempo.
Il luogo ti coinvolge, il tempo ti travolge.
Il mio essere in un luogo sembra richiedere la presenza di qualcun altro.
Preferisco trovarmi in un non-luogo.
Dove non c’è storia e ragione.
Per stare da sola con me stessa e da sola con gli altri.
Il non-luogo mi carica della sua transizione, delle sue instabilità e delle sue incertezze.
Le acquisisco tutte per affrontare e superare le mie.
Io sono il mio cambiamento.
Lavoro sulla mia identità e non-identità.
Esse sono sempre in viaggio.
Sono mutevoli, si evolvono, cambiano.
Vengono agglomerate dal luogo, assorbite dallo spazio.
Il viaggio sono io.
Stefania Pettinato
Catania, 1997

Annunci